pagine
BOOKING booking

Wiky Dolomiti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dolomiti di Brenta

Continente Europa
Paesi bandiera Italia
Catena principale Alpi Retiche meridionali nelle Alpi
Cima più elevata Cima Tosa (3.173 m s.l.m)
Lunghezza 40 km
Larghezza 12 km

 

Le Dolomiti di Brenta sono una sottosezione[1] delle Alpi Retiche meridionali, dette talvolta anche Dolomiti Occidentali (per distinguerle dalle "Dolomiti Orientali" situate ad est del fiume Adige), situate interamente nel Trentino occidentale. Si tratta dell?unico gruppo dolomitico ad ergersi ad ovest del fiume Adige.

 

Indice

  • 1 Caratteristiche
  • 2 Classificazione
  • 3 La suddivisione del Gruppo
    • 3.1 Suddivisione della SOIUSA
  • 4 Montagne
  • 5 Principali Rifugi alpini
  • 6 I laghi
  • 7 Gli accessi al Gruppo
  • 8 Galleria fotografica
  • 9 Note
  • 10 Voci correlate
  • 11 Collegamenti esterni

Caratteristiche

Da più di un secolo meta di alpinisti ed escursionisti da tutto il mondo, offre una straordinaria varietà di ascensioni, percorsi attrezzati e sentieri, oltre a decine di rifugi e bivacchi in quota.

Il gruppo si estende per circa 40 chilometri in direzione nord-sud, e per circa 12 km da est ad ovest. Ha come confini naturali a nord la Valle di Sole, ad est la Valle di Non, il Lago di Molveno e la Paganella, a sud le Valli Giudicarie, e ad ovest la Valle Rendena. L'intero gruppo del Brenta è compreso nel territorio del Parco Naturale Adamello-Brenta. Si noti tuttavia che la Paganella non è affatto di natura dolomitica bensì calcarea ed è separata fisicamente dal Gruppo del Brenta dalla Valle di Molveno e dall'omonimo lago (e non è compresa entro i confini del Parco naturale).

Il Campanile Basso e la Catena degli Sfulmini

Le Dolomiti di Brenta si connotano per i suggestivi torrioni di roccia, che all'alba e al tramonto si tingono del caratteristico colore rosa, e per l'imponenza degli scenari naturali.

Classificazione

Le classificazioni delle Dolomiti maggiormente basate su criteri geologici inseriscono a pieno titolo il Gruppo del Brenta tra le Dolomiti nel senso stretto del termine[2].

Le classificazioni come la Partizione delle Alpi e la SOIUSA che si basano maggiormente su criteri geografici non inseriscono le Dolomiti di Brenta entro la denominazione Dolomiti ma nelle Alpi Retiche la prima e nelle Alpi Retiche meridionali la seconda[3]. Questo doppio metodo di classificazione resta uno dei nodi più controversi e problematici della classificazione alpina.

La suddivisione del Gruppo

Il Campanile Basso (al centro) e la cima Brenta Alta (a destra)

Il Gruppo è tradizionalmente diviso in tre parti:

  1. la parte centrale è in assoluto la più frequentata, anche per via dei comodi accessi da Molveno e Madonna di Campiglio. Le cime più affascinanti del Gruppo si concentrano in questo settore, e possono essere godute in tutto il loro splendore percorrendo uno dei sentieri attrezzati più famosi al mondo, la Via delle Bocchette
  2. la parte settentrionale, più selvaggia e meno frequentata, è meno adatta all'escursionista inesperto, in quanto i percorsi per giungere ai rifugi sono mediamente più ardui e più lunghi. Rappresenta forse, tuttavia, la parte naturalisticamente più bella del Gruppo, tanto da ospitare una piccola colonia di orsi bruni.
  3. la parte meridionale del Gruppo offre accessi forse meno agevoli ma spesso più interessanti dal punto di vista naturalistico. È frequentata in estate soprattutto nel settore che confina con la parte centrale, molto meno in quello più meridionale.

Suddivisione della SOIUSA

Codice SOIUSA

Il codice SOIUSA delle Dolomiti di Brenta è il seguente: II/C-28.IV

La SOIUSA suddivide le Dolomiti di Brenta in un supergruppo alpino, due gruppi e dodici sottogruppi (tra parentesi sono indicati i codici SOIUSA del supergruppo, dei gruppi e dei sottogruppi):

  • Gruppo di Brenta e della Paganella (A)
    • Gruppo di Brenta iss (A.1)
      • Massiccio del Grostè (A.1.a)
      • Catena Pietra Grande-Sasso Rosso (A.1.b)
      • Sottogruppo Gaiarda-Altissimo (A.1.c)
      • Sottogruppo della Campa (A.1.d)
      • Gruppo centrale di Brenta (A.1.e)
      • Massiccio della Tosa (A.1.f)
      • Sottogruppo del Monte Daino (A.1.g)
      • Sottogruppo del Ghez (A.1.h)
      • Catena d'Ambiez (A.1.i)
      • Sottogruppo dei Fracingli (A.1.j)
      • Sottogruppo del Vallon (A.1.k)
      • Costiera del Sabbion (A.1.l)
    • Gruppo della Paganella (A.2)

Montagne

La cima Brenta Alta

Le montagne principali delle Dolomiti di Brenta sono:

Principali Rifugi alpini

Il Rifugio Pedrotti all'alba

Tutto il gruppo è ben servito da numerosi rifugi. I principali sono:

I laghi

Nel Gruppo si trovano molti laghi alpini, il più esteso dei quali è il lago di Molveno.

Il lago più interessante è certamente quello di Tovel, un tempo celebre per la colorazione rossa delle sue acque.

Gli altri laghi del Gruppo sono laghetti alpini di modeste dimensioni: il lago di Valagola in Val d'Agola, il lago Durigat nelle vicinanze del Rifugio Peller, il Lago delle Salare in prossimità del Passo della Nana, e il Lago di Asbelz.

Gli accessi al Gruppo

I principali accessi al gruppo sono quattro:

  • dall'Altopiano della Paganella, ed in particolare dalla località Pradel nel Comune di Molveno: fornisce un agevole accesso da sud-ovest, in particolare al centralissimo Rifugio Tommaso Pedrotti
  • dalle Valli Giudicarie, in particolare dalla Val d'Ambiez (da San Lorenzo in Banale, per raggiungere il Rifugio Silvio Agostini ) e dalla Val d'Algone (per accedere al Rifugio Dodici Apostoli).
  • dalla Valle Rendena: dalla località Vallesinella di Madonna di Campiglio o con gli impianti di risalita che portano al Passo del Grosté, oppure ancora da S. Antonio di Mavignola per risalire la val d'Agola.
  • dalla Valle di Non: per la Val di Tovel (cui si può accedere in macchina) o da Cles raggiungendo il rifugio Peller (cima e rifugio più settentrionali della catena).

Galleria fotografica

Note

  1. ^ Dove non viene specificatamente detto diversamente la voce segue la definizioni della SOIUSA.
  2. ^ Franco de Battaglia e Luciano Marisaldi, Enciclopedia delle Dolomiti, Zanichelli Editore, Bologna 2000, ISBN 9788808091253
  3. ^ Per gli stessi motivi geografici, d'altra parte, queste classificazioni inseriscono nelle Dolomiti delle montagne che non hanno affatto natura dolomitica, quali il Lagorai o la Cima d'Asta

Voci correlate

Collegamenti esterni

Pinzolo und Campiglio in einer Skiarea verbunden

Skiarea Campiglio

Wohin zum Skifahren in den Ferien? Die neue Skigegend bietet beste Möglichkeiten zum Skifahren in Campiglio und Pinzolo! Die Skianlagen sind schnell und modern, und die Pisten in Madonna di Campiglio und Pinzolo sind in perfektem Zustand!

PARTNER & SPONSOR

Sito fondazione Dolomiti UnescoSito Parco Naturale Adamello Brenta Funivie di Pinzolo Funivie di Campiglio  Sito Skirama Dolomitiair dolomiti

© Azienda per il Turismo S.p.A. Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena - OFFICIAL WEB SITE

Via Pradalago, 4 - 38086 Madonna di Campiglio TN Italy

tel +39 0465 447501 | fax +39 0465 440404 | info@campigliodolomiti.it | www.campigliodolomiti.it

CAPITALE SOCIALE € 200.870,00 | p. iva - c.f. - i.v. Reg. Imp. TN n. 01854660220 | C.C.I.A.A. di TN R.E.A. n. 0182581 | © All rights reserved | Privacy

home

Ultimo aggiornamento 19/04/2014 01:18:20

MADE IN KUMBE
feedback kumbe