In Adamello sulle tracce della Grande Guerra

Cerca eventi

Da 755 € - 6 Notti

Sette giorni alla scoperta dell'Adamello con le Guide Alpine del Trentino

 

In Adamello sulle tracce della Grande Guerra

Formula all-inclusive a partire da € 755 (minimo 6 partecipanti). Durata 7 giorni con 6 pernottamenti in Rifugi Alpini - trattamento mezza pensione.

 

Servizi Inclusi

  • 6 notti in rifugio - camere multiple in mezza pensione (bevande escluse)
  • 7 giorni di accompagnamento Guida Alpina / UIAGM / con conoscenza lingua inglese
  • Noleggio attrezzatura alpinistica
  • Trasferimenti Pinzolo - Rifugio Cornisello | Cascate di Nardis - Rifugio Bedole (pubblico) | Località Pozza delle Vacche - Pinzolo
  • Assistenza di Campo Base e del suo team per l’intera settimana

Servizi non compresi

  • Sacco lenzuolo - su richiesta € 10
  • Assicurazione annullamento e medico bagaglio - richiedi la quotazione!
  • Tutto quanto non specificato in servizi inclusi

 

Dettagli programma:

1° GIORNO: incontro con le Guide Alpine e briefing sul programma. Dopo aver raggiunto dalla Val Nambrone il Rifugio Cornisello (2120 m) con pulmino, partenza per il Rifugio Segantini (2373m) attraverso un sentiero che transita ai piedi delle imponenti pareti est della Presanella, del Monte Nero e di Cima Cornisello valicando la Bocchetta dell'Om. Il maestoso ambiente in cui si snoda il percorso è impreziosito dal passaggio per il bellissimo Lago Nero dalle cui acque sembra emerga il Gruppo di Brenta. +260m / -0m / 3h

 

2° GIORNO: con il sentiero “Lino Datovo”, si sale al Passo dei Quattro Cantoni (2809m), scendendo poi lungo Val Nardis fino al bivacco Roberti (2204m). Da qui si prosegue per la Val Genova, presso le Cascate di Nardis. Trasferimento fino al Rifugio Bedole (1641m). +450m / -1850m / 6h


3° GIORNO: inizia il sentiero che conduce al Rifugio Città di Trento al Mandron (2449m) passando e visitando il “Centro Studi Adamello Julius Payer”. Nel pomeriggio salita a Lagoscuro (2670 m) in vista di Cima Payer. Rientro al Rifugio Mandrone (2449 m). +1000m / -250m / 8h


4° GIORNO: costeggiando il laghetto si guadagna quota per attraversare il ghiacciaio del Mandrone e raggiungere con un ultimo tratto pronunciato, camminando con i ramponi e in cordata, il Rifugio ai Caduti dell’Adamello (3.040 m). Il pomeriggio nozioni di legatura su ghiacciaio e simulazione recupero da crepaccio. Cena e pernottamento in rifugio. +600m / -0m / 5h


5° GIORNO: in direzione del Corno di Cavento (3402 m) e, poco sotto la cima, si visita la famosa galleria-ricovero costruita dagli austriaci per controllare e contrastare a cannonate i movimenti degli alpini sul ghiacciaio sottostante. Trasferimento alla Sella Niscli (2912 m) ed in poco tempo si raggiunge il Rifugio Carè Alto (2495 m) in una zona nella quale venne edificata dagli austriaci una vera e propria cittadella d’alta quota nella quale vivevano centinaia di soldati. +600m / -900m / 8h


6° GIORNO: si segue il sentiero che scende per la caratteristica scala di granito del "Bus dal Gat" e conduce al P.so Altar (2390m). Dal P.so Altar si scende lungo la val Siniciaga fino a Malga Germenega Bassa (1581m). Da qui, per la val Germenega, si raggiunge il Rif. San Giuliano (m 1950) . +250m / -800m / 7h


7° GIORNO: si sale al Lago Vacarsa e si prosegue fino alla Bocca dell'Acqua Fredda (2184 m), poi in discesa passando dal Lago Garzoné e dalla malga Malga Campastril si arriva in località Pozza delle Vacche (1485 m). Trasferimento a Pinzolo. +200m / -700m / 3h

 

Clicca sul bottone per scoprire il dettaglio della proposta e prenotare sul sito di Campobase Travel & Holiday.

 

PRENOTA

 

contatti - dove siamo

Ufficio Madonna di Campiglio

+39 0465 447501

Ufficio Pinzolo

+39 0465 501007

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Acconsento alla Privacy

Iscrivimi

App Store

Google Play