Percorso di pumptrack

CERCA E PRENOTA ALLOGGIO

data di arrivo

CERCA E PRENOTA

  • Prenota qui perchè:  
  • nessun costo di prenotazione  
  • contatto diretto  
  • solo strutture partner APT  
  • piattaforma sicura al 100%

Prova il nuovo percorso di pumptrack a Spiazzo, in Val Rendena

 

Un pumptrack è un percorso costruito su un terreno pianeggiante e costituito da dossi, compressioni e paraboliche, é molto simile a un percorso BMX, ma specifico per mountain bike.

 

«Track» significa traccia e «pump» indica che l’utilizzatore deve cercare di aumentare la propria velocità senza pedalare bensì «pompando», ovvero trasferendo il baricentro in avanti o all’indietro.

Percorrere un Pumptrack è divertente, ma fisicamente può essere impegnativo. Si allena la forza della maggior parte della muscolatura del corpo e anche la resistenza, ma soprattutto si migliorano in modo ludico la propria tecnica di guida, coordinazione, equilibrio e forza. È un’occasione per allenare i propri riflessi, allenando ripetutamente i movimenti del corpo in una specie di danza dove lo spostamento del corpo diventa l’elemento di spinta e di sviluppo della forza cinetica, ossia l’acceleratore della mountain bike. Questo allenamento rende più sicuri e prepara nel migliore dei modi ad affrontare sia i percorsi da mountain bike che anche il traffico stradale.

Questa struttura non è riservata ai soli bikers con fini agonistici, ma può essere percorsa in tutta sicurezza da qualsiasi biker

La difficoltà, infatti, aumenta solo con l’aumentare della velocità.

 

 

Il pumptrack

Considerando le dimensioni molto ridotte, un Pumptrack diventa facilmente un punto d’incontro, un luogo aggregativo per la pratica della mountain bike, un parco giochi sportivo dove si può praticare, guardare e imparare.

 

Oggi queste strutture sono parte integrate nei programmi d’allenamento dei Downhiller, Dirt-Biker, Streeter e Freerider per affinare la loro tecnica e migliorare la condizione fisica; nonostante questo un Pumptrack ha molteplici qualità c’è sicuramente l’aspetto dell’uso collettivo: questa struttura non è infatti riservata ai soli biker con fini agonistici, ma può essere percorsa in tutta sicurezza da qualsiasi biker, sia esperto che principiante. La difficoltà infatti aumenta solo con l’aumentare della velocità. I pumptrack sono accessibili ad ogni tipo di mountainbike.

 

 

 

Regolamento pumptrack Spiazzo

L’uso della pista PumpTrack e di tutti i relativi servizi è libero e comporta, per chi la utilizza, l’assunzione di piena responsabilità per ogni eventuale incidente o/e danno causato a se stessi, a terzi o a cose nel contesto della libera e consapevole attività ludico/sportiva svolta all’interno dell’impianto stesso.

Come ogni area di gioco, anche il pumptrack non è uno spazio senza rischi d’incidenti e inoltre gli utilizzatori devono essere al corrente che il ciclismo è un' attività che comporta dei pericoli che possono provocare infortuni anche gravi.

 

Gli utilizzatori pertanto accettano coscientemente e liberamente questi rischi, con ciò esonerando da qualsiasi responsabilità civile e penale, anche oggettiva, sia il Comune di Spiazzo, che i suoi amministratori, rinunciando ad ogni azione legale ed eccezione.

 

Chi vuole utilizzare la struttura ha l'obbligo di dotarsi di tutte le informazioni che riguardano le caratteristiche tecniche della pista (difficoltà, rischi, ostacoli), e di ritenersi preparato fisicamente e tecnicamente a praticare lo sport della MTB, BMX, ciclismo in questo contesto.

 

Chi entra nel pumptrack deve godere di sana e robusta costituzione, ed essere fisicamente idoneo all’attività sportiva non agonistica, durante la pratica dell'attività all'interno dell'impianto. Non deve assolutamente essere sotto l'influenza  di droghe, alcol e/o farmaci che possano condizionare le proprie capacità psicofisiche e tuttavia  deve prestare suo pieno consenso a che venga svolta l’attività sportiva all’interno della pista permanente PumpTrack senza la presenza sul posto, né di segnalatori in pista, né dell’ambulanza o mezzi di soccorso.

L’Utilizzatore si assume pertanto tutte le responsabilità per le conseguenze da eventuali danni derivanti da una mancata, ritardata o inadeguata assistenza medica in caso di incidente o malore. In caso di emergenza sanitaria, chiamare il numero telefonico 118.

Gli utilizzatori si impegneranno a rispettare il seguente regolamento della struttura sportiva, per un sano e sensato comportamento all’interno dell’impianto.

  

 

 

NORME DA RISPETTARE ALL’INTERNO DELL’IMPIANTO SPORTIVO

 

1)    È consentito l’uso del PumpTrack a partire da mezz’ora dopo l’alba fino a mezz’ora dopo il tramonto.

2)    È obbligatorio l’uso del casco omologato dalle normative vigenti e l’uso di abbigliamento tecnico adatto al fuoristrada. È autorizzato l’accesso all’area PumpTrack ai soli atleti muniti di: casco, protezioni paracolpi per gli arti, bike adeguata che sia in buone condizioni strutturali e meccaniche e dotata di tutti i requisiti adatti alla guida in fuori strada (nelle varie specialità) in piena sicurezza.

3)    Gli atleti sono tenuti a rispettare rigorosamente la segnaletica informativa esposta presso il tracciato.

4)    È richiesto il rispetto degli spazi di manovra degli altri bikers all’interno dell’impianto ed è vietato procedere appaiati. Usare la massima cautela nel caso in cui si riscontri una situazione di emergenza.

5)    Prima di entrare, verificare che la pista non sia troppo affollata.

6)    È vietato uscire dal tracciato prestabilito e delimitato.

7)    È vietato andare contromano rispetto alla direzione di marcia indicata.

8)    Gli atleti minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore o da a chi ne fa le veci. L’adulto dovrà rimanere all’interno dell’impianto (seguendo il minorenne in pista o controllandolo dai bordi) per tutta la durata della seduta di allenamento. Egli sarà totalmente responsabile del comportamento e degli eventuali danni che il minorenne potrebbe arrecare a se stesso o agli altri. Si raccomanda ai genitori (o chi ne fa le veci) di fare una valutazione di “buon senso” sull’abilità tecnica dei bambini che accedono alla pista: età minima 12 anni.

9)    È consigliabile, quando possibile, non sostare all’interno del tracciato per non creare ostacolo agli altri atleti.

10)  Vietato gettare rifiuti per terra, ma usare gli appositi cestini per il rispetto dell’ambiente.  

11)  Rispettare le norme igienico/civili più elementari e le indicazioni esposte per rispetto proprio e delle altre persone che frequentano l’impianto.

12)    L’Amministrazione Comunale si avvale del diritto di allontanare le persone che non rispettino il regolamento e/o che non assumano un comportamento adeguato al buon vivere civile all’interno dell’impianto PumpTrack.

 

 

PumpTrack

Un pumptrack si merita!

Prima di lanciarsi sulla pista si consiglia di svolgere alcuni esercizi per migliorare le capacità di coordinazione e la tecnica.


Primi giri

Non si pedala! Bisogna riuscire ad accelerare «avvolgendo» i dossi e «pompando» negli avvallamenti e in curva.


Qualche consiglio per iniziare.

Pump con le braccia

È possibile eseguire un giro di pista con la sola forza delle braccia. Questo esercizio si concentra sui movimenti di «flessione-spinta» al momento giusto.

In salita, alleggerire la bicicletta piegando le braccia. All’inizio della discesa, spingere le braccia in avanti per accelerare.

Pump con le gambe

I pedali assumono un’altra funzione su un pumptrack. Servono da supporto quando ci si ritrova a spingere con le gambe su un dosso.

In salita alleggerire la bicicletta piegando le gambe. All’inizio della discesa, spingere sui pedali con le gambe.

Pump coordinato

Questo esercizio abbina l’azione delle braccia e delle gambe. I movimenti devono essere sincronizzati per ottenere la velocità massima all’uscita di un dosso.

In salita, alleggerire dapprima la ruota anteriore piegando le braccia e poi quella posteriore piegando le gambe. All’inizio della discesa, esercitare una pressione sulla ruota anteriore tendendo le braccia, poi sulla ruota posteriore tendendo le gambe per accelerare al massimo.

Osservazione: spostando il baricentro avanti e indietro si accresce l’accelerazione.

Curve rialzate

Oltre ai dossi, anche le curve permettono di aumentare la velocità. Questo esercizio spiega come affrontare una curva e quale posizione assumere (binomio: bici-corpo).

Entrare in una curva in mezzo alla pista. Inclinare la bicicletta e il corpo simultaneamente. Mantenere la traiettoria in mezzo alla curva. Rivolgere sempre lo sguardo verso la traiettoria d’uscita desiderata e il più lontano possibile.

 

 

5 regole fondamentali

L'accesso al pumptrack è libero.

La struttura non è sorvegliata e richiede ai suoi utenti attenzione e responsabilità nel rispetto di alcune regole basilari.

1. PRUDENZA: non bisogna sottovalutare le difficoltà – procedi con cautela e studia bene il percorso.

2. PROTEZIONE: indossare casco e protezioni per gli arti.

3. DIVERTIMENTO: solo con mountainbike in buono stato senza intralciare gli altri utenti – rispetta gli spazi degli altri riders e non procedere appaiati.

4. SORVEGLIANZA: i bambini non devono mai essere lasciati soli.

5. RISPETTO: aiutare chi dovesse trovarsi in difficoltà.

 

NUMERI UTILI:

Emergenza Sanitaria: 118

Vigili del fuoco: 115

Carabinieri: 112

 

Enti e partner sostenitori

L'iniziativa è dell’Associazione MTB Adamello Brenta che ha promosso la struttura grazie al contributo del Comune di Spiazzo, della Comunità delle Giudicarie.

La pista è stata realizzata dal Comune di Spiazzo con la partecipazione e il contributo della Ditta Polla Gimmi e della MTB Adamello Brenta A.S.D.

 

RICHIEDI INFO

contatti - dove siamo

Ufficio Madonna di Campiglio

+39 0465 447501

Ufficio Pinzolo

+39 0465 501007

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Acconsento alla Privacy

Iscrivimi

App Store

Google Play