Porta la tua famiglia

CERCA E PRENOTA ALLOGGIO

data di arrivo

CERCA E PRENOTA

  • Prenota qui perchè:  
  • nessun costo di prenotazione  
  • contatto diretto  
  • solo strutture partner APT  
  • piattaforma sicura al 100%

Escursioni e attività per scoprire l'Adamello Brenta UNESCO Global Geopark

Per partecipare a questo programma è necessario essere iscritti alla Conferenza come ACCOMPAGNATORE.

Approfitta dell'opportunità unica offerta a tutti gli accompagnatori dei congressisti per scoprire e apprezzare il territorio del Parco Naturale Adamello Brenta Geopark. Iscrivi chi ti accompagna alle uscite giornaliere guidate dall'Esperto del Parco per ammirare da vicino le bellezze geologiche, naturali e culturali del territorio.

Le escursioni, accessibili a tutti, permetteranno una totale immersione nella natura e nella storia del Trentino, alternando esperienze indimenticabili nel Geoparco ad interessanti visite culturali.

1° giorno: 11.09.18 MARTEDÌ

  • Escursione in Val Genova “Alla scoperta del ghiacciaio che c’era”, visita alla Casa “Geopark” e al museo “Antica Vetreria” a Carisolo.
  • Cena e intrattenimento assieme ai partecipanti alla Conferenza.

11957_Malga_Bedole_Michele_Zeni.jpg

Affascinante escursione di tutta la giornata nel cuore della Val Genova, chiamata dai primi esplolratori la “Versailles delle Alpi Orientali” per la sua grande ricchezza di acque: qui è possibile ammirare numerose cascate fra cui la magnifica Cascata Nardis, geosito dell'Adamello Brenta Geopark. Una volta raggiunta località Bedole nel fondovalle, davanti allo spettacolare anfiteatro glaciale delle vedrette delle Lobbie e del Mandrone, accompagnati dall'esperto del Parco Naturale Adamello Brenta Geopark si intraprenderà una camminata lungo il torrente Sarca, salendo fino a raggiungere Malga Matarot Bassa, luogo perfetto per gustare il pranzo al sacco in compagnia.

Al rientro si procederà alla visita della Casa Geopark in cui ci sarà la possibilità di scoprire le meraviglie geologiche attraverso plastici, diorami, esperimenti interattivi e postazioni multimediali. Si potranno inoltre apprezzare i filmati del Geopark con le spettacolari riprese aeree. Sicuramente interessanti sono la ricostruzione fedele di una grotta carsica, con suoni e rumori reali e il tipico gocciolìo dell’acqua, e la possibilità di capire da vicino la dinamica di creazione delle marmitte dei giganti, oltre ad una selezione di minerali e fossili da esaminare sotto una lente di ingrandimento scorrevole.

La giornata si concluderà nei pressi dell’Antica Vetreria, dove, si potrà rivivere la storia dell'antica Fabbrica di Cristalli di Carisolo in cui è possibile ammirare una raccolta storica di cristalli, documenti originali, antiche immagini fotografiche e strumenti di lavoro dei vetrai.

2° giorno: 12.09.18 MERCOLEDÌ

  • Alla mattina visita alla Casa del Parco “Orso: il signore dei boschi” e passeggiata al centro faunistico di Spormaggiore, al pomeriggio breve passeggiata per conoscere gli antichi mestieri della gente di montagna presso Dimaro.
  • Cena libera.

5427_Volcan.jpg

Piacevole uscita di una intera giornata alla scoperta della Val di Non e della Casa del Parco “Orso” a Spormaggiore. L’Orso bruno (Ursus arctos), il più grande mammifero delle Alpi, è l’animale simbolo del Parco Naturale Adamello Brenta Geopark ed è tornato a popolare i boschi trentini grazie ad un progetto che ne ha permesso la reintroduzione. All’interno della Casa allestimenti multimediali, strumentazioni video e ricostruzioni in dimensioni reali distribuite in sei sale tematiche offrono la possibilità di conoscere la biologia del plantigrado e il controverso rapporto che da sempre lo lega all’uomo.

La visita guidata prosegue presso il Parco Faunistico dove si potranno ammirare due esemplari di orso bruno che vivono all' interno di un'area di 7000 metri quadrati. Oltre all’orso si potranno osservare anche alcuni esemplari di lupo (Canis lupus), uno dei più grandi carnivori autoctoni delle Alpi.

Dopo il pranzo al sacco, nel pomeriggio a Dimaro si svolgerà la visita alla segheria veneziana, luogo di grande interesse e valore storico culturale con il maglio, la calchera e il bosco di larici dove si estraeva la trementina. Attraverso questo breve percorso si avrà la possibilità di conoscere gli antichi mestieri della gente di montagna che si è ingegnata per utilizzare al meglio le risorse naturali offerte dal territorio.



3° giorno: 13.09.18 GIOVEDÌ

  • L’intera giornata è dedicata ai Field Trip insieme ai partecipanti alla Conferenza.
    Si prega di scegliere una opzione nella sezione Field Trip.
    NOTA: il field trip n. 2A è già compreso nel primo giorno di questo programma. Si prega di scegliere uno degli altri field trip.
  • Cena di Gala assieme ai partecipanti alla Conferenza.



4° giorno: 14.09.18 VENERDÌ

  • Escursione ai laghi di San Giuliano e visita al Museo della Malga a Caderzone Terme.

museo_della_malga_ok13448.jpg

La giornata conclusiva del programma è dedicata ad un’escursione in compagnia dell'Esperto del Parco Naturale Adamello Brenta in una zona che unisce i panorami sui due gruppi montuosi anima del Geopark: le Dolomiti di Brenta Patrimonio Mondiale dell’Umanità e l’Adamello-Presanella.

Da Malga Campo, attraverso un sentiero per buona parte pianeggiante, immersi in uno splendido lariceto, si raggiungeranno i due incantevoli laghi di S. Giuliano e Garzonè adagiati nelle conche glaciali, tra i quali sorgono il Rifugio di S. Giuliano e una chiesetta-santuario. La chiesetta, dedicata a S. Giuliano di Cilicia, era celebre nell’antichità per la sua fonte di “acqua buona per le febbri” e pare fosse custodita un tempo da un eremita.

Dopo una sosta ristoratrice e il pranzo al sacco, si riprenderà la via del rientro ripercorrendo a ritroso il sentiero e concludendo la giornata a Caderzone Terme con la visita al Museo della Malga, dedicato alla tradizione dell'alpeggio delle Valli Giudicarie e che raccoglie gli strumenti originari usati e perfezionati nel tempo dalle genti di montagna: il percorso, dagli zoccoli degli animali e comunicando la cultura tradizionale locale, conduce il visitatore fino al letto del malgaro, giusto riposo dopo le fatiche dell'intensa giornata lavorativa. Il Museo nasce per ricordare l'identità di tante generazioni che nelle valli del Geoparco hanno sviluppato e concretizzato la loro storia evolutiva, in stretta connessione con l’ambiente montano in cui vivono; si trova nello storico palazzo nobiliare “Lodron-Bertelli”, inserito nel borgo della salute, che utilizza l'acqua della sorgente ferruginosa "Fonte S. Antonio", nota fin dall’antichità per le sue proprietà e oggetto di numerosi studi scientifici.

RICHIEDI INFO

contatti - dove siamo

Ufficio Madonna di Campiglio

+39 0465 447501

Ufficio Pinzolo

+39 0465 501007

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivimi

 

Facebook

Instagram