CERCA E PRENOTA ALLOGGIO
data di arrivo

CERCA E PRENOTA

  • Prenota qui perchè:  
  • nessun costo di prenotazione  
  • contatto diretto  
  • solo strutture partner APT  
  • piattaforma sicura al 100%

Percorsi per famiglie: Darè - Vigo - Villa Rendena family

 

PERCORSO GIALLO: giro della ciclabile

Dal ponte sul Sarca, in prossimità della piscicoltura di Villa Rendena, si imbocca la ciclopedonale in direzione nord, lungo il fiume, percorrendola fino al parco “Masere” di Pelugo. Da qui, lasciando il parco sulla destra, si tiene la sinistra e si torna verso sud scegliendo la strada secondaria che attraversa i prati e la zona rurale tra Pelugo e Vigo Rendena e quindi tra Vigo e Darè. Arrivati in coincidenza della chiesetta di San Rocco (punto di interesse N°3) si prosegue a sinistra dirigendosi verso il camping “Val Rendena” e il fiume Sarca. Attraversato il ponte si continua lungo la strada che costeggia il fiume, in sinistra orografica, ritornando a Villa Rendena.

 

PERCORSO ARANCIONE: giro dei ponti

Presso il parco “Al Sarca” di Vigo Rendena si attraversa il ponte e si imbocca, a sinistra, la strada sterrata che porta al parco “Masere” di Pelugo. Da qui si tiene la sinistra e la strada verso sud che attraversa la zona rurale e i prati tra Pelugo e Vigo Rendena, fino al caratteristico capitello delle “Quattro facce” (punto di interesse N° 5). Si sale quindi alla piazza della Famiglia Cooperativa e poi alla “Grotta” (punto di interesse N° 8), il piccolo santuario dedicato alla Madonna di Lourdes. Sulla sinistra un caratteristico sentiero, che si trasforma poi in strada in selciato, porta fino alle prime case di Darè in prossimità delle quali si gira subito a destra incamminandosi verso Javrè e proseguendo poi per Villa Rendena e Verdesina. Da qui, oltrepassato il paese, si scende verso est fino ad incrociare la strada statale e la pista ciclo-pedonale e a raggiungere la zona “Oltresarca”. Pochi passi dopo la piscicoltura, si prende la strada a destra che prima sale in località “Boceniga” (da qui variante più impegnativa fino in località “Madonnina”), poi scende verso il ponte sul Sarca a Darè. Mantenendo la sinistra orografica del fiume si arriva, attraversata una breve pineta, al parco “Al Sarca” di Vigo Rendena. Da qui variante impegnativa lungo il sentiero San Vili (Sat 300) (punto di interesse N° 16).

 

PERCORSO MARRONE: acqua ferruginosa Colin

Da Villa Rendena, in 15 minuti, si sale, lungo strada asfaltata, al parco attrezzato di “Pafsang” con la caratteristica chiesetta (punto di interesse N° 9) e lo spettacolare panorama sulla Val Rendena. Proseguendo per 20 minuti circa, si giunge al bivio per Verdesina. Per raggiungere la fonte di acqua ferruginosa Pec si cammina per altri 5 minuti, seguendo le indicazioni. Il ritorno è previsto passando per il caratteristico centro storico di Verdesina.

 

PERCORSO CELESTE: giro val Ceresina

Da Vigo Rendena, in prossimità della fontana “Dai Baltram” (punto di interesse N° 14), si sale lungo la suggestiva strada vecchia di Calvera fino ad incontrare una strada forestale sterrata. Da qui, in pochi passi, si raggiunge un suggestivo capitello dedicato alla Madonna (punto di interesse N°6) con vista panoramica sul paese. Ritornati indietro sulla forestale si prosegue, a destra, attraverso il bosco fino all’incrocio con la strada asfaltata che sale verso la Val di San Valentino e giù, lungo la vecchia strada in selciato, fino a Darè e quindi nuovamente a Vigo Rendena. Una seconda possibilità è quella di percorrere la strada bassa tra Vigo e Pelugo, attraversare quest’ultimo paese verso ovest e quindi, in direzione sud, raggiungere, su Vigo, la Val Ceresina attraverso gli antichi terrazzamenti che si trovano tra i due abitati

 

PERCORSO VIOLA: val di San Valentino

Da piazza Manzoni a Javrè, dove si trova la sede della Cassa Rurale di Spiazzo-Javrè (da vedere, sulla facciata, l’opera pittorica realizzata nel 1986 da Gianluigi Rocca) si sale verso la parte ovest del paese e poi, lungo sentiero ben tracciato, verso il monte Nizzone e la suggestiva e panoramica chiesa di San Valentino (punto di interesse N° 10 all’interno affreschi si Simone Baschenis). Da qui inizia il paesaggio di mezza quota della montagna rendenese, con le tipiche “ca’ da mont”, tradizionali abitazioni in pietra e legno circondate da ampi prati e pascoli. Poco più avanti, in coincidenza del capitello votivo in località “Bressanina”, si seguono le indicazioni per il rifugio Gorck, addentrandosi nella Val di San Valentino (punto di interesse N° 19), una delle più interessanti del Parco Naturale Adamello Brenta. Dal rifugio Gorck si ritorna, lungo un percorso ad anello, per un altro sentiero che passa per Villa Rendena dopo aver lambito la forra di Cerion con l’omonima cascata sul rio Bedù.

 

PERCORSO BLU: Pafsang Palù

Dal centro di Villa Rendena, in 15 minuti in salita, si raggiunge il parco attrezzato di “Pafsang”, da menzionare per lo spettacolare panorama che offre sulla Val Rendena, per la caratteristica chiesetta (punto di interesse N°9) che vi si trova e per un particolarissimo castagno monumentale che vi sorge, sopravvivendo al passare del tempo. Dal parco ci si incammina lungo un sentiero in salita che porta vicino a località Pozza, prosegue poi per un lungo tratto pianeggiante e, infine, in discesa, conduce a località Palù e nuovamente al parco “Pafsang” e a Villa Rendena. Lungo il percorso si può apprezzare il tipico ambiente delle baite (“ca’ da mont”) di mezza montagna e del bosco che si alterna con prati verdeggianti.

 

PERCORSO ROSSO: Casal Savarole

Da Vigo Rendena, in coincidenza con la tipica fontana “Dai Baltram” (punto di interesse N° 14), si sale verso ovest lungo la via vecchia che porta a Calvera. Si tratta di un antico percorso in selciato, in gran parte ancora ben conservato, che attraversa boschi di abeti e faggi. Superato il capitello della Madonna (punto di interesse N° 6), dopo pochi passi, si prosegue a destra e si sale fino a Prà da Fera e poi a Casal, intercettando la strada che conduce, in discesa, alla Val di San Valentino (punto di interesse N° 19). Da qui, sempre in discesa e poi in leggera salita, si attraversano i monti di Villa Rendena, fino a Savarole, e poi giù fino al centro di Verdesina e quindi di Villa, Javrè e Darè per tornare, infine, al punto di partenza di Vigo Rendena. Il percorso proposto ricalca antiche mulattiere e strade di montagna e si snoda tra monti, prati e boschi.

 

Legenda

 

PASSEGGINI - FACILE
Itinerari nel centro storico dei paesi, che dispongono di tutti i servizi pubblici e privati. Accessibilità massima.
BAMBINI 3-6 anni - FACILE
Percorsi pianeggianti che dispongono di aree ristoro, aree pic nic, parco giochi. Accessibilità massima.
 BAMBINI 6-9 anni - MEDIO
 Sono percorsi più lunghi; la quota si alza e aumenta anche il dislivello. Si svolgono per la maggior parte al di fuori dei paesi, per cui i servizi si limitano a panchine e aree sosta. L’accessibilità non è più totale per la possibilità di tratti sterrati e non battuti.
RAGAZZI 10-12 anni - MEDIO IMPEGNATIVO
Itinerari a mezza quota, tra boschi e radure. Oltre a panchine non ci sono altri servizi. Si consiglia il pranzo al sacco.
RAGAZZI 13-14 anni - IMPEGNATIVO
Sentieri escursionistici che superano un dislivello importante e che richiedono una discreta confidenza con l’ambiente di montagna. Pranzo al sacco.

LUNGHEZZA

TEMPO PERCORRENZA

DISLIVELLO

 

 

RICHIEDI INFO

contatti - dove siamo

Uff.
Madonna di Campiglio

+39 0465 447501

Uff.
Pinzolo

+39 0465 501007

WhatsApp
 

+39 0465 447502
time diff=2.0295670032501