LEGENDA





Ogni evento fa parte di una delle categorie sottoelencate, caratterizzate da uno specifico colore:

Altro
Bellezza e benessere
Cinema
Disco party
Evento Audi
Evento culturale
Evento enogastronomico
Evento natalizio
Evento per bambini
Evento sportivo
Feste e sagre
Gite e escursioni
Mercati
Eventi musicali e concerti


Le icone indicano:

 Luogo

 Orario

 Prezzo

 Informazioni

 

  • lunedì 20 gennaio 2020

  • 3Tre by night

    ( 4/11/18 e 25 febbraio 2020)

    3Tre by night

    Apertura serale del Canalone Miramonti

    Scia di notte sulla pista dei campioni ammirando Madonna di Campiglio illuminata dall'alto. Prenota la tua esperienza esclusiva!


    Quando?

    La pista cult aprirà al pubblico:

    • martedì 4 febbraio 2020
    • martedì 11 febbraio 2020
    • martedì 18 febbraio 2020
    • martedì 25 febbraio 2020

    dalle 19.00 alle 21.00


    Quanto costa?

    Il costo di accesso alla pista è:

    • Tariffa intera: euro 10,00.
    • GRATIS: bambini 0-8 (non compiuti) accompagnati da un adulto pagante.
    • Non sono previsti sconti per le corse singole o le entrate per 1 ora.

    Dove si acquista il biglietto?

    Il biglietto di ingresso si acquista:

    • presso gli info point APT
    • direttamente sul posto
    • on line, clicca qui:
       

    PRENOTA ORA


    Madonna di Campiglio, Canalone Miramonti

    Promozioni, News, Eventi - News

  • domenica 19 gennaio 2020

  • A Pinzolo, Facchini vince la super sfida sulla Tulot

    A Pinzolo, Facchini vince la super sfida sulla Tulot

    Ieri sera, a Pinzolo, sui ripidi muri della Tulot Audi quattro, nella quinta edizione della durissima gara resa ancora più difficile dalla neve fresca caduta durante tutta la giornata, ha nuovamente primeggiato Patrick Facchini, l’atleta di Roncone che ha conquistato la terza vittoria consecutiva alla Tulot Vertical Up, l’originale evento sportivo quest’anno diventato nuovamente un circuito con prossima tappa il primo febbraio in Val Gardena e il 29 dello stesso mese a Kitzbühel.

    Il record, che alla vigilia era l’obiettivo dei favoriti alla vittoria finale, è rimasto imbattuto. Risale al 2016 quando l’altoatesino Philip Götsch, su una pista particolarmente ghiacciata, fermò il cronometro sull’incredibile tempo di 29 minuti e 17 secondi.

    Ieri, sotto una soffice nevicata che ha reso l’atmosfera ancora più suggestiva, Facchini, che corre per il Team La Sportiva, è arrivato solo al traguardo impiegando il tempo di 33:18,3 per superare, percorrendola al contrario, i 2.600 metri della pista con un dislivello di 900 metri e una pendenza massima del 69%. Alle sue spalle, distanziato di 12 secondi e 72 centesimi, è arrivato il forte Andrea Prandi, specialista della corsa in montagna dello sci alpinismo che ha un prestigioso palmares di vittorie in campo sia nazionale che internazionale. Al terzo posto, con il tempo di 34:15,3 , Timotej Becan, il forte skyrunner proveniente dalla Slovenia. Ancora una volta, la classifica generale, ha premiato gli atleti che hanno affrontato il percorso di gara con le scarpe da ginnastica chiodate o attrezzate con i ramponi.

    Spettacolare l’arrivo di chi ha gareggiato con gli sci d’alpinismo. Al traguardo sono giunti insieme, con lo stesso tempo, Alex Salvadori, il portabandiera dell’Alpin Go Val Rendena e Daniele Cappeletti dell’Adamello Ski Team. Nessuno dei due è riuscito a prevalere sull’altro e il cronometro si è fermato per entrambi sul tempo di 35:29,2. Terzo, tra gli sci alpinisti, Giovanni Zamboni dello Sci Club Gromo (35:35,9), quarto Gabriele Fedrizzi del Brenta Team (36:16,2).

    Nella categoria femminile, la più veloce è stata la slovena Mojca Koligar che ha chiuso con il tempo di 38:29,6 seguito da due nomi noti della Tulot Vertical Up Madonna di Campiglio-Pinzolo: Susanne Mair (Union Raika Campedal, 38:36,0) giunta seconda e Annelise Felderer (Asc Sarntal Raiffeisen, 39:00,0) salita sul terzo gradino del podio. Quarta Valentina Belotti del Team La Sportiva che ha concluso con il tempo di 41:56,9.

    Si è respirato un clima di festa e simpatia nella categoria “Rucksack” con alcuni gruppi mascherati tra i quali “I marenda sa la Cioca” che, a dispetto dei muri della Tulot Audi quattro, sono riusciti non solo ad arrivare al traguardo, ma anche a portare fino alla méta un’ingombrante “ merenda alpina”. Gli artefici della goliardica impresa sono stati: Deborah Rambaldini, Giulia Mosca, Guido Mosca, Enrico Maccarrone, Maurizio Mosca e Rita Binelli

     

    Applauditissimi gli atleti che hanno affrontato la sfida più difficile: Moreno Pesce (Team Bogn da nia), Salvatore Cutaia, Marco Cozzio e Gianluigi Rosa (Team 3 gambe) che hanno affrontato il tracciato di gara, già di per sé molto impegnativo, con protesi agli arti inferiori.

    Alla gara sulla Tulot Audi quattro hanno partecipato in quasi 300 tra atleti della categoria “Speed”, la più numerosa, e appassionati degli sport invernali sulla neve inseriti nella categoria “Rucksack”. Se si sommano gli iscritti al concomitante raduno di sci alpinismo e ciaspole “Toni Masè”, partito da Malga Cioca per arrivare al Doss del Sabion, sono stati oltre 1.000 i partecipanti alla manifestazione. Un bel risultato per l’Asd Alpin Go Val Rendena e il suo attivissimo e instancabile presidente Matteo Campigotto supportato dalle Funivie di Pinzolo, che hanno preparato al meglio sia la pista di gara che i tracciati per il raduno, e dall’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena.

    Appuntamento dunque al 2021, ma prima attenzione puntata sulle prossime due tappe del Vertical Up tour. Tra pochi giorni, il primo febbraio 2020 ci si sposterà in Val Gardena, sulla pista numero “Tre” che arriva in vetta al Ciampinoi e poi, il 29 dello stesso mese, appuntamento conclusivo a Kitzbühel sulla “Streif”, la mitica pista della Coppa del Mondo di discesa libera.

    Le interviste.

    “Ogni anno è sempre più difficile tenere il passo dei più forti”, ha commentato il tre volte vincitore sulla Tulot Audi quattro Patrick Facchini. “La neve morbida – ha proseguito l’atleta di Roncone che gareggia per il Team La Sportiva – ha reso tutto più difficile. Si sprofondava e quindi la corsa procedeva più lenta e bisognava inventarsi un nuovo modo di correre adatto alle condizioni della neve. Mi sono subito tolto dalla mente l’idea iniziale di poter gareggiare per battere il record, non ho più guardato l’orologio e ho pensato solo a gestire le forze. Alla fine è andata bene così”. Lo vedremo anche alla partenza dei prossimi due appuntamenti del Vertical Up Tour?. “ Vedremo – la sua risposta – ho vari progetti, ma altrettante sono le incognite ed è tutto da decidere”.

    “Sono riuscito subito a inserirmi nel gruppetto di testa – ha commentato Andrea Prandi – subito dopo Facchini che fin dall’inizio ha preso il comando della gara. Ce l’ho fatta a rimanere tra i primi, anche nel finale che mi ha visto arrivare secondo. È stata  una gara diversa dalle altre, originale e divertente”.

    Sul podio femminile svetta la bandiera slovena con Mojca Koligar. “È stata una grande gara – la sua dichiarazione al traguardo – veramente dura e difficile, molto “vertical”. La neve fresca ci faceva sprofondare ad ogni passo rendendo la competizione particolarmente complicata. Ci rivedremo in Val Gardena e a Kitzbühel.

     


    Promozioni, News, Eventi - News

  • giovedì 2 gennaio 2020

  • Dicci la tua! In palio ricchi premi.

    Dicci la tua! In palio ricchi premi.

    Partecipa al sondaggio!


    AIUTACI A MIGLIORARE

    la SKIAREA CAMPIGLIO DOLOMITI DI BRENTA VAL RENDENA VAL DI SOLE.

    Compila il questionario, serviranno solo pochi minuti, in palio ricchi premi!

    Il tuo parere per noi è prezioso: 

    CLICCA QUI PER PARTECIPARE AL SONDAGGIO


    Promozioni, News, Eventi - News

  • lunedì 23 dicembre 2019

  • Apertura Skialp track by night

    (6 gennaio - 9 aprile 2020)

    Apertura Skialp track by night

    Tracciato per sci alpinismo in notturna, dal Fortini al Rifugio Graffer

    Sali in notturna al Graffer con le pelli lungo il tracciato dedicato.

    La località, in collaborazione con le Funivie Madonna di Campiglio, offre la possibilità di praticare lo sci alpinismo, sport sempre più apprezzato, in sicurezza tutti i lunedì e giovedì, dalle 18.00 alle 21.00, su pista dedicata lungo la strada forestale che da località Fortini porta al rifugio Graffer. Dal 6 gennaio al 9 aprile 2020.

    IL TRACCIATO

    Il percorso riservato agli sci alpinisti parte da Località Fortini e segue le piste Poza Vecia, Graffer/Variante Boch fino ai piedi del muro al bivio delle piste sotto la stazione intermedia della cabinovia Grostè per poi proseguire sul tracciato della strada forestale che porta al Rifugio Graffer.

    • Periodo: dal 6 gennaio al 9 aprile 2020
    • Quando: tutti i lunedì e giovedì, dalle 18.00 alle 21.00
    • Partenza: loc. Fortini
    • Arrivo: Rifugio Graffer
    • Dislivello: 620 mt
    • Lunghezza: 6.650 mt

    Raccomandazioni
    Seguire il percorso indicato dalla segnaletica sia in salita che in discesa.
    È importante procedere lungo il tracciato mantenendo la destra.


    Madonna di Campiglio, Fortini-Graffer

    Promozioni, News, Eventi - News

  • sabato 12 ottobre 2019

  • Le novità della Skiarea Campiglio 2019/20

    Le novità della Skiarea Campiglio 2019/20

    Skiarea Campiglio 2019/20: grandi novità per impianti e piste

    La Skiarea Campiglio è sempre all'avanguardia: impianti e piste moderni, accessi facilitati e un sistema di innevamento sempre più efficente. Ogni inverno grandi novità ed investimenti strutturali. Ecco le news dell'inverno 2019/20:

    • piste più ampie
    • potenziamento del sistema di innevamento programmato
    • nuovi impianti


    Madonna di Campiglio:

      

    Sostituzione Seggiovia Nube d’oro: realizzazione di una nuova seggiovia 6 posti con portata oraria di 2800 p/h, in sostituzione dell'attuale storica biposto ad attacco fisso.

    Il nuovo impianto avrà la stazione di partenza traslata di circa 300 metri verso valle, posizionata sul margine nord del pascolo sotto la Malga Montagnoli, lungo la pista Nube d'Argento.

    Così facendo il nuovo impianto sarà raggiungibile anche dalla pista azzurra Nube d’Argento-Gendarme.

      

    Sistemazione e allargamento piste Nube d’Argento e Nube d’Argento-Gendarme, realizzazione nuova pista Montagnoli: contestualmente alla realizzazione della nuova seggiovia Nube d’Oro, si procederà con l’allargamento delle piste da sci Nube d’Argento e Nube d’Argento-Gendarme, nonché la sostituzione dei relativi impianti di innevamento programmato. Allo stesso tempo verrà realizzato un nuovo tratto di pista dietro Malga Montagnoli. La nuova pista avrà una lunghezza di 300 metri, un dislivello di 40 metri e una pendenza media del 13%.

      

    Pista Amazzonia Alta: si procederà a realizzare il secondo lotto dei lavori di sistemazione e di allargamento della pista Amazzonia, che andranno ad interessare la pista Amazzonia Alta fino alla località Busa dei Mughi. Sarà sostituito anche l’impianto di innevamento programmato.

    Da questo inverno è inoltre consentito l'uso dello snowscoot, la "bici delle nevi", nel comprensorio di Madonna di Campiglio.
    Per quanto riguarda gli impianti di risalita, è ammesso il trasporto esclusivamente sulle telecabine (Pradalago, 5 Laghi, Spinale, Grostè 1° e 2° tronco).

    Le piste da sci sulle quali è consentito l'uso dello snowscoot sono quelle catalogate con colore blu e rosse; non è consentito l'uso sulle piste nere.

    Pinzolo:

    La grande novità di Pinzolo è la realizzazione del nuovo bacino di accumulo d'acqua nella conca di Grual, al Doss del Sabion a 1900mt di quota.

    Dati tecnici:
    Capacità: 93.000 mc
    Superficie: 14.000 m2
    Profondità Max: 12 m.
    Strada di coronamento: 550 m.

    Il nuovo lago di Grual completa il “sistema di innevamento programmato” di Funivie Pinzolo.

    Insieme al lago Montagnoli, realizzato da Funivie Madonna di Campiglio nel 2016, questo nuovo lago garantirà non solo ottima sciabilità per le piste di Pinzolo ma per l’intera Skiarea Campiglio.

    Per gli aggiornamenti dell'ultima ora, visita i seguenti siti internet:

    www.funiviecampiglio.it 
    www.doss.to

    www.ski.it


    Promozioni, News, Eventi - News

  • martedì 1 ottobre 2019

  • Vivi l'inverno fino al 19 aprile

    (16 novembre-19 aprile 2020)

    Vivi l'inverno fino al 19 aprile

    Sali in quota e vivi l'incanto della montagna d'inverno fino ad aprile

    Non ne hai mai abbastanza di neve? Sei un infaticabile sciatore o snowboarder che non si stanca mai di scivolare sulle piste e godere il sole in quota?

    Abbiamo una bella notizia per te! La Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta sarà aperta fino al 19 aprile.

    Non male per chi ama stare all'aria aperta, con scarponi o boots ai piedi e il sole in faccia. 

    L'altitudine dell'area più elevata della Skiarea (la zona Grostè raggiunge i 2.550 metri) permetterà agli amanti degli sport invernali di vivere un inverno a tutto sport fino a dopo la metà di aprile. E diciamoci la verità... cosa c'è di meglio che abbinare all'attività outdoor momenti di bien vivre e relax? rifugi e ristoranti in quota offrono una cucina gourmet di prima scelta, après-ski frizzanti con i jet-set più in voga dell'inverno e sessioni di wellness a bordo pista.

    Per lo status di piste e impianti, clicca qui, e vivi il tuo lungo inverno tra le Dolomiti di Brenta!


    Promozioni, News, Eventi - News

  • venerdì 8 febbraio 2019

  • La razza Rendena è Presidio Slow Food

    La razza Rendena è Presidio Slow Food

    Autenticità e identità: la razza Rendena è Presidio Slow Food

    Quando l’autenticità dei prodotti e l’identità del territorio diventano attrattori turistici. L’ingresso della bovina razza Rendena, con i formaggi e la carne, nella famiglia di Slow Food (associazione e movimento culturale internazionale che promuove le specificità dell’agricoltura locale nel mondo) è l’inizio di un percorso in questa direzione.

    Formaggi e carni di razza Rendena, l’unica razza autoctona del Trentino, da secoli espressione vera e autentica del territorio, saranno valorizzati con una prima iniziativa sostenuta dall’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, che già ha affiancato “Valore Razza Rendena” nel percorso per diventare “Presidio Slow Food”. A marzo 2019, tre ristoranti sulle piste da sci che sorgono a fianco di altrettante malghe attive durante l’estate ospiteranno tre appuntamenti enogastronomici per far conoscere e assaporare i prodotti di razza Rendena della famiglia Slow Food:

    • Rifugio Patascoss (Madonna di Campiglio, 6  marzo, ore 20.00),
    • Malga Cioca (Pinzolo, 16 marzo, ore 20.00),
    • Cascina Zeledria (Madonna di Campiglio, 20 marzo, ore 20.00)

    prenota qui il tuo evento

     

     

    La “Rendena”, razza autoctona che da secoli è il cardine dell’attività zootecnica e agricola della Val Rendena, alleata dell’uomo nel presidiare il territorio e modellare il paesaggio con il tratto distintivo e fortemente identitario degli alpeggi d’alta montagna, è diventata Presidio Slow Food.

    Il risultato è arrivato a conclusione di un percorso triennale portato avanti dall’Associazione “Valore Razza Rendena” e dalla Condotta Slow Food Giudicarie che, in collaborazione, si sono concentrate su alcuni allevamenti locali rispettosi del benessere animale e dell’ambiente per sviluppare due progetti di filiera: uno del latte, l’altro della carne. “Valore Razza Rendena” è presieduta da Manuel Cosi, allevatore e presidente anche di Anare (Associazione nazionale allevatori razza Rendena), e ha oggi quattro soci: le aziende agricole “La Regina” di Luca Collini (Sant’Antonio di Mavignola), “Maso Pan” di Mauro Polla (Caderzone Terme) e “Fattoria Antica Rendena” dello stesso Cosi (Giustino) oltre a Patrick Bazzoli per la macelleria Bazzoli di Roncone.

    Il nuovo ingresso va a far compagnia a due importanti prodotti locali come la “Ciuiga del Banale” e la “Noce del Bleggio”, già Presidi Slow Food in Giudicarie.

    La razza Rendena, con i suoi prodotti principe, il formaggio e la carne, entra così a far parte della rete internazionale di Slow Food che conta 300 presidi in Italia e 500 nel mondo.

    Ogni presidio è un esempio concreto e virtuoso di un nuovo modello di agricoltura basata sulla qualità, sul recupero dei saperi tradizionali, sul sostegno dei piccoli produttori custodi di tradizioni gastronomiche a rischio estinzione. I presidi salvano prodotti di qualità radicati nella cultura del territorio in condizioni di lavoro rispettose per tutti. Il prodotto, inoltre, razza o tradizione gastronomica che sia, diventa Presidio se garantisce caratteristiche alimentari precise (ad esempio non si utilizzano ogm nell’alimentazione delle bovine e si preferiscono regimi di produzione il più naturali possibile) e una comprovata attenzione al benessere animale. Un disciplinare determina le regole del Presidio e il finanziamento necessario per istituire il Presidio stesso e acquisire visibilità mondiale. Carattere locale, dunque, per i presidi Slow Food, ma dimensione internazionale. Il Presidio, infine, è un meccanismo di certificazione partecipata e il marchio garantisce il valore del prodotto.

    Oggi l’Associazione “Valore Razza Rendena” è costituita da alcuni soci iniziali che possono diventare molti di più. L’unica e imprescindibile discriminante è che i prodotti (formaggi e carni) delle potenziali future aziende socie appartengano a quella piccola ma forte bovina dal mantello scuro che riesce ad arrampicarsi fino ai pascoli e alle malghe più in alto, mantenendo, insieme al lavoro dell’uomo, quello straordinario paesaggio alpino dal colore verde smagliante che introduce alla verticalità delle Dolomiti di Brenta e dell’Adamello-Presanella.

    Formaggi e carni di razza Rendena, l’unica razza autoctona del Trentino, da secoli espressione vera e autentica del territorio, saranno valorizzati con una prima iniziativa sostenuta dall’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, che già ha affiancato “Valore Razza Rendena” nel percorso per diventare “Presidio Slow Food”. A marzo 2019, quattro ristoranti sulle piste da sci che sorgono a fianco di altrettante malghe attive durante l’estate – rifugio Patascoss (Madonna di Campiglio, 6  marzo, ore 20.00), malga Cioca (Pinzolo, 16 marzo, ore 20.00), cascina Zeledria (Madonna di Campiglio, 20 marzo, ore 20.00) – ospiteranno quattro appuntamenti enogastronomici  per far conoscere e assaporare i prodotti di razza Rendena della famiglia Slow Food.

    prenota qui il tuo evento

     

    Manuel Cosi, presidente Associazione “Valore Razza Rendena”: “La soddisfazione per il raggiungimento della registrazione della razza Rendena nei Presidi Slow Food è veramente grande. Registrare la razza e non i prodotti singoli è stata una scelta ben precisa per avere più opzioni e essere più progetto di territorio. Il percorso è stato ricercato ed è maturato dalla passione e dall’amore nei confronti delle bovine di Razza Rendena che definisco “Regine” della nostra Valle. L’obiettivo è dare, appunto, valore e promuovere le specificità facendo conoscere dentro, ma specialmente fuori dai nostri territori, le piccole produzioni di una razza autoctona che rischia l’estinzione e  ha bisogno di essere tutelata. Allo stesso tempo si cerca di  promuovere i territori di produzione. Un ringraziamento è da rivolgere a chi, come l’Azienda per il Turismo e le amministrazioni comunali della Val Rendena, ha creduto e investito per far partire questo progetto. Ora c’è solo bisogno di farlo crescere con la partecipazione di altri allevatori, chiudendo il circuito del turismo/commercio fino al consumatore finale”.     

    Flavio Franceschetti, fiduciario della Condotta delle Giudicarie: “Attraverso progetti come questo si possono riscoprire quei valori autentici che sono in ognuno di noi, creando benefici per l’intera comunità, a partire dal mondo contadino e a ricaduta su tutta la filiera di produttori, ristoranti, alberghi e sul nostro cibo quotidiano”.

     

    LA RAZZA RENDENA, ALCUNI DATI: In Val Rendena l'allevamento bovino risale a periodi antichissimi. Le prime documentazioni sul tipo di bovini allevati sono datate all'inizio del 1700. Nel 1712 si sarebbe verificata la prima consistente importazione documentata di bovini in Val Rendena; il bestiame venne acquistato prevalentemente in alcune vallate svizzere. Non si trattò di una importazione di bovini bruni, bensì di soggetti riferibili ad uno dei tipi di bovini allora allevati nella Svizzera meridionale, scelti probabilmente dagli allevatori rendenesi per una certa affinità con le caratteristiche del loro bestiame indigeno.

    Le importazioni di bovini dalla Svizzera devono aver avuto termine prima della fine del 1700, essendo venuta meno la necessità di ricorrere ad ulteriori ripopolamenti.


    Promozioni, News, Eventi - News

  • venerdì 6 gennaio 2017

  • Scia in notturna sul Canalone Miramonti

    (Inverno 2019-20)

    Scia in notturna sul Canalone Miramonti

    Fari accesi sulla 3Tre: prenota la tua sciata in notturna!


    Sciata spettacolare in notturna su una pista da campioni? A Madonna di Campiglio si può! La pista "Canalone Miramonti" è a disposizione su prenotazione.

    Il tracciato, teatro della Coppa del Mondo di Sci, può essere tuo per una notte o per un gruppo di amici che vogliono trascorrere una serata in compagnia e farsi emozionare dai cambi di pendenza della leggendaria discesa.

    Basta prenotarla almeno 48 ore prima e per minimo 2 ore. Il costo è di € 400,00 l'ora (+ IVA).


    Caratteristiche tecniche

    • Grado di difficoltà: nera
    • Lunghezza: 610 m
    • Larghezza: 70 m
    • Pendenza media: 27% max: 60%


    La pista è servita dalla seggiovia 2 posti "Miramonti" n. 56.


    Info e prenotazioni al numero 0465/447744 oppure via e mail all'indirizzo: info@funiviecampiglio.it.


    Madonna di Campiglio, Canalone Miramonti

    Promozioni, News, Eventi - News

  •  

    EVENTI E MANIFESTAZIONI a cura di:

    Azienda per il Turismo, Pro Loco, Comuni e Associazioni

    della Val Rendena

     

    Date e orari potrebbero subire variazioni.

    Consulta l'elenco aggiornato su: www.campigliodolomiti.it/events

    Qui puoi personalizzare il tuo calendario scegliendo località, tipologia dell'evento e periodo.

    Iscriviti alla newsletter e ricevi le novità su eventi, impianti, sci e offerte:

    www.campigliodolomiti.it/newsletter

     

    Info costantemente aggiornate da:

    Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena

    +39 0465 447501 / 501007- info@campigliodolomiti.it

      @campigliodolomiti.it