Sviluppo sostenibile

CERCA E PRENOTA ALLOGGIO
data di arrivo

CERCA E PRENOTA

  • Prenota qui perchè:  
  • nessun costo di prenotazione  
  • contatto diretto  
  • solo strutture partner APT  
  • piattaforma sicura al 100%

Geoparchi e sviluppo sostenibile

Quale contributo possono dare i Geoparchi per favorire uno sviluppo sostenibile?
Una domanda per nulla banale rispetto ad un concetto molto interpretabile, che vale sempre la pena di definire: “Sviluppo che risponde alle necessità del presente, senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie necessità”.
Per individuare una risposta, non c’è migliore occasione di una Conferenza internazionale in cui vi sono tutte le condizioni per discutere e condividere una strategia univoca ad un livello che può agevolmente superare i confini geografici delle singole aree protette.


La riflessione porterebbe ad indagare il significato più profondo dell’essere un Geopark. La Rete dei Geoparchi Mondiali (GGN), infatti, sorta sul programma UNESCO Geopark, ha posto un duplice obiettivo: da una parte, quello di incrementare il valore dei siti che costituiscono una testimonianza fondamentale della storia geologica ed evolutiva della Terra ma, dall’altra, anche di creare occasioni di sviluppo socio- economico. Lo stesso UNESCO, fin dal 2004, ha posto nelle linee direttrici l’idea che un Geoparco integri un obiettivo di conservazione del patrimonio geologico con un obiettivo di promozione economica durevole.
Con tali presupposti, nella loro operatività, i Geoparchi si trovano a gestire l’eterno dilemma delle aree protette, rappresentato dall’antitesi “crescita economica/conservazione ambientale” che ruota prevalentemente intorno al settore turistico.


Nella panoramica complessiva dei Geoparchi mondiali, le problematiche connesse alla “chiamata” socio-economica formano un ventaglio vastissimo e ci si chiede quale sia il punto di equilibrio tra conservazione e sviluppo economico, fino a che punto ci si possa spingere per attirare flussi turistici prima di essere costretti a frenarne l’impronta ecologica, quali siano le condizioni da accettare per essere strumenti innovativi di economia o di occupazione, come rispondere alle aspettative di amministratori, residenti e turisti senza perdere di vista l’elemento imprescindibile dell’attività dei Geoparchi: la sostenibilità.


Alcuni Geoparchi ricadono su territori nei quali si era già sviluppata l’industria turistica e si affacciano sulla scena proponendo un turismo alternativo. Si inseriscono quindi in una situazione di benessere consolidato in cui le comunità locali sono abituate a sfruttare il più possibile le risorse, a favore della propria redditività economica, e a percepire le forme alternative come una regressione economica. Altri Geoparchi invece devono fondare forme nuove di turismo dal nulla e si trovano a confrontarsi con le aspettative che le comunità locali ripongono in essi, riconosciuti come portatori di benessere economico.

La partecipazione e l’educazione ambientale delle comunità locali rimangono gli assi nella manica dei Geoparchi per poter essere strumenti innovativi di geoconservazione, geoturismo e sviluppo sostenibile locale.
Le indicazioni ci sono, i presupposti anche e gli strumenti pure, quindi ora è importante una profonda riflessione sul ruolo dei Geoparchi nel perseguimento di uno sviluppo sostenibile e delle sinergie da costruire con i luoghi ospitanti.

Adamello Brenta Unesco Global Geopark e sviluppo sostenibile

Per l’Adamello Brenta Unesco Global Geopark impegnarsi per promuovere uno sviluppo sostenibile significa poter conservare l’integrità dell’ambiente promuovendo oculatamente questa ricchezza. Il territorio del Geoparco è altamente vocato al turismo e presenta delle situazioni di turismo maturo come Madonna di Campiglio, Pinzolo, Folgarida – Marilleva, Andalo e Molveno, che sono località con una capacità di accoglienza molto importante per l’intera industria turistica del Trentino. Il Geoparco si gestisce quindi per trovare l’equilibrio tra la necessità di non perdere di vista l’importanza del contesto ambientale di queste località molto frequentate e quella di incentivare l’economia turistica delle zone più marginali valorizzando l’ambiente e, allo stesso tempo, anche le tradizioni, la cultura e la storia locali.


Per fare questo ha sempre considerato un requisito fondamentale la partecipazione.
Su questo presupposto si è basata la adesione alla Carta Europea del Turismo Sostenibile che, fin dal 2006, ha portato alla definizione di una strategia di sviluppo turistico condivisa e concertata con gli operatori e i comuni del Parco e che ora ha già completato la FASE II. Da questo processo sono nate molte idee tra cui progetti che hanno assunto un’importanza europea come il Dolomiti di Brenta Bike e Trek, gli anelli intorno al Brenta da percorrere in bici o a piedi, oppure i sentieri lungo le linee del fronte della Grande Guerra in Adamello realizzati in occasione del Centenario per mantenere viva la memoria di una tragedia per l’intera umanità.


Un’altra importante occasione di crescita economica che sposa la sensibilità ambientale è quella offerta dal marchio “Qualità Parco”. Si tratta di una attestazione di cui possono fregiarsi le aziende ricettive che dimostrano di rispondere a specifici criteri di tutela ambientale. È un progetto che si sta rafforzando per fare in modo che gli operatori trovino nel Parco un partner importante che dia loro maggiore visibilità e opportunità come la promozione turistica, gadget personalizzati, accesso alle attività e formazione specifica.


Il Geoparco ha intrapreso un percorso di sostenibilità che ha permesso negli anni di dimostrare concretamente come si possa assumere un ruolo rilevante oltre che nella gestione del territorio anche nel sostegno di nuove modalità di sviluppo turistico. In questo contesto si propone anche come un laboratorio di buone pratiche legate alla sostenibilità in cui chi ha una buona idea di sviluppo può trovare possibilità di sperimentazione.

RICHIEDI INFO

contatti - dove siamo

Ufficio Madonna di Campiglio

+39 0465 447501

Ufficio Pinzolo

+39 0465 501007

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivimi

 

Facebook

Instagram