La leggenda del drago di Nambino

"La fola dal sarpantaz"

C’era una volta un drago che viveva nascosto nelle profondità del lago di Nambino, talvolta emergendo per mangiare l’erba che cresceva attorno. Un giorno, però, il drago divorò due pecore, un vitello e persino il pastore, diffondendo una grande paura in tutta la Val Rendena. Solo due cacciatori della Val di Sole, dietro la promessa di una ricompensa, ebbero il coraggio di affrontarlo. Una volta arrivati al lago i due uomini trovarono il drago accovacciato a terra e senza esitare uno di loro prese la mira e sparò, colpendo a morte la mitica creatura. A quel punto, dalle zampe posteriori, sbucò un grosso uovo di drago e si capì che l’enorme serpente aveva probabilmente assalito il pastore e gli animali solo per difendere il proprio uovo. Una grande festa nella chiesa di Madonna di Campiglio celebrò la vittoria sul drago e l’uovo ritrovato venne appeso alla parete della chiesa accanto alla pelle dell’animale..

RESTA IN CONTATTO, stay tuned

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi le news di Madonna di Campiglio: eventi e appuntamenti, proposte vacanza, i migliori consigli su sci, escursioni, itinerari bike, natural wellness e tanto altro - scoprici con un click!

Facebook Instagram Youtube Twitter
Chiudi

Selezione il periodo e filtra

Seleziona stagione:
Chiudi

Richiedi informazioni


Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Concept, Design, Web

KUMBE DIGITAL TRIBU
www.kumbe.it | info@kumbe.it 

DMS Destination Management System

Feratel Media Technologies
www.feratel.it | info@feratel.it 

Chiudi

Grazie

La sua richiesta è stata inviata correttamente e le risponderemo al più presto. Una copia dei dati che ci ha fornito è stata inviata al Suo indirizzo email.

Grazie

Grazie: ti abbiamo inviato una mail per attivare la tua iscrizione e selezionare le tue preferenze se previsto.